Aquarius non va in Spagna, interviene il governo! Ultimi aggiornamenti

Un tira e molla che sta durando già da due giorni quello tra la nave Aquarius ed il governo italiano. Nella vicenda è subentrato in prima persona il Ministro dell’interno Matteo Salvini e le sue parole sono state chiare e decise, la nave Aquarius non approderà in Italia. Nonostante il via libera arrivato dalla Spagna per accogliere i 629 migranti presso il porto di Valencia, la nave Aquarius è attualmente ferma in mare. Durante la notte infatti, l’equipaggio della nave che ha soccorso i migranti ha fatto sapere che le risorse di acqua e cibo era scarse e che non avrebbe potuto raggiungere il porto di Valencia per nessun motivo, giustificando che la tratta in questione poteva risultare troppo pericolosa. Le autorità italiane si erano assicurate già dalla giornata di ieri che lo stato di salute dei migranti fosse buono, assicurando di inviare i viveri di conforto necessari alla permanenza a bordo del mezzo. Nella notte anche il governo maltese ha inviato acqua e cibo.

Pubblicità

Dopo la presa di posizione dell’Aquarius inerente ad un netto no per raggiungere Valencia ed insistendo per attaccare presso un porto italiano, il governo ha così deciso di intervenire facendo sapere all’equipaggio che invierà dei mezzi di soccorso in mare al fine di prelevare i migranti e trasporti ove previsto, a Valencia. Il pugno duro del governo italiano ha indignato tante persone ma allo stesso tempo ha rispolverato quel patriottismo perso oramai tanti anni fà.

Anche Giorgia Meloni, alleata del Ministro Salvini, è intervenuta in merito alla discussione e senza esitazioni ha dichiarato che se la nave Aquarius fosse intezionata ad avvicinarsi ad un porto italiano nonostante il netto no del governo, dovrà essere sottoposta a sequestro ed il personale arrestato per traffico di immigrati.

Fonte: SOS MEDITERRANEE ITA

Immagine di repertorio dal web

2 thoughts on “Aquarius non va in Spagna, interviene il governo! Ultimi aggiornamenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.