Accusa di Impeachment per Sergio Mattarella, arriva il cavillo burocratico

A seguito della scelta da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella di porre il veto sulla nomina di Savona a Ministro dell’economia, in tanti hanno gridato a gran voce la richiesta dell’impeachment. Da Luigi Di Maio fino a Giorgia Meloni, tutti contro il presidente in carica con l’accusa di aver contrastato la formazione del nuovo governo sulla base di una opinione personale. Un cavillo burocratico però potrebbe evitare tale richiesta ed evitare la messa in stato di accusa a carico del presidente della Repubblica. Nello specifico infatti, sembrerebbe che allo stato attuale manca il comitato parlamentare per i procedimenti d’accusa, formazione istituzionale a cui compete l’istruttoria del processo contro il Capo dello Stato. Tale istruttoria dovrà poi essere celebrata dalla Corte Costituzione unitamente a 16 cittadini estratti a sorte dall’elenco speciale dei 45 cittadini aventi i requisiti per la l’eleggibilità a Senatore, lista che il governo compila ogni 9 anni. Un caso?

Fonte: Ansa

2 thoughts on “Accusa di Impeachment per Sergio Mattarella, arriva il cavillo burocratico

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.